Notizie - Sito PallBim

Vai ai contenuti

Notizie

LE SQUADRE > RomagnaBanca
                           
CM ROMAGNA BANCA BELLARIA - Stagione 2018/2019
GIORNATA 6
Plastorgomma-kerakoll Sassuolo Mo - Romagna Banca Bellaria I.m. Rn 3-2 (24/26 25/16 25/18 24/26 15/13)
Alla settima giornata, contro l'altra imbattuta del Girone B di Serie C, arriva il primo stop stagionale per il RomagnaBanca Bellaria.
A Sassuolo, i padroni di casa si impongono, ma con il minimo scarto sia in termini di set che di punteggio: il decisivo tie break infatti si decide proprio nei frangenti finali, con Marcello Vecchi che sigla il 15-13 finale.
"Abbiamo perso per due punti al quinto set in casa di una squadra che era a punteggio pieno. Vista così, tutto sommato, significa che siamo molto competitivi e non lo vedo come un risultato brutto. Un po' di rammarico c'è, non lo nascondo, soprattutto se pensiamo che al tie break ci siamo presentati avanti 13-12. Usciamo da Sassuolo con la consapevolezza che potevamo fare meglio di quanto fatto. Ad esempio, in difesa possiamo crescere ancora molto e i ragazzi più giovani non sono riusciti ancora a trasportare al sabato quello che gli vedo fare di buono in settimana. Teniamo presente che non sono ancora passati due mesi dall'inizio del campionato e la stagione è ancora lunga, quindi credo che possiamo e dobbiamo migliorare il nostro gioco. Prima di Natale, ci aspettano altre due sfide di alta quota, contro Atlas, dove gioca il nostro ex D'Andria, e contro San Marino; dobbiamo tenere alta la concentrazione per due settimane e poi potremo fare un primo bilancio", soddisfatto fino a un certo punto il coach bellariese.Con il punticino raccolto, Bellaria rimane al terzo posto in classifica con 16 punti, all'inseguimento di Atlas Santo Stefano (21 punti, ma una gara in più) e Sassuolo (20 punti). Subito dietro, invece, ci sono San Marino (15 punti) e Spezzano (14), che sta velocemente risalendo la china.
La partita:
Coach Botteghi è costretto a rinunciare a Mancinelli, costretto a dare forfait all'ultimo, e lancia titolare il 99 Ciandrini, che va ad affiancare Bertacca in posto 4. In regia capitan Alessandri, e in posto 2, confermato il 99 Evangelisti; al centro Rossi e Diaz, libero il baby Casali.
Primo set subito di sofferenza per i bellariesi; coach Botteghi si gioca il suo primo time out dopo pochi scambi con la sua squadra sotto 6-9. La scossa, però, non arriva e Sassuolo mantiene sempre 3-4 lunghezze di vantaggio. L'allenatore bellariese fa entrare in campo Gentile per Ciandrini e inverte l'asse palleggiatore-opposto con Sampaoli e Tamburini. Questi ultimi recuperano un break di svantaggio e riconsegnano la squadra sul 19-22. Quando il set sembra ormai compromesso (19-23), i bellariesi riescono nell'impresa: Diaz fa il cambiopalla (20-23), poi tre errori consecutivi dei modenesi spianano la strada per il pareggio sul 23-23. Vecchi con un bel mani out crea la prima palla set per i suoi, neutralizzata dal gran diagonale di Gentile. E' proprio lo schiacciatore bellariese a murare il solito Vecchi per il 25-24; lo stesso Vecchi spara out l'ultimo pallone che consegna il parziale al RomagnaBanca.
Nel secondo set, Bellaria parte bene: riesce a mantenere un paio di punti di vantaggio fino al turno di servizio di Vecchi che pareggia i conti sul 14-14. Il centrale di Sassuolo Camellini prima fa il cambio palla e poi con il suo turno al servizio manda in crisi la fase 4 bellariese. La ricezione è precisa, ma l'attacco non è efficace: dal 14-15 si arriva a un eloquente 14-22. Anche il doppio cambio non fa cambiare rotta e l'opposto Corradini con un diagonale chiude per il 16-25.
Sulla scia del secondo, anche il terzo parziale scivola via con Sassuolo più concreto tra muro e difesa e, invece, ancora problemi in attacco per Bellaria. Per la cronaca, è un muro di Liccardo a chiudere sul 18-25.
Nel quarto set, coach Botteghi riparte con Pivi per Diaz e Ciandrini per Gentile. Grande equilibrio iniziale fino al primo mini break bellariese sul 10-7 (attacco di Ciandrini, muro vincente di Alessandri, attacco di Rossi, errore di Vecchi). Il vantaggio regge fino alle battute finali, dove il RomagnaBanca arriva avanti 22-19. Sul turno al servizio di Caminati, rischia di consumarsi il dramma bellariese: due out consecutivi di Bertacca e un attacco di Corradini, ribaltano l'inerzia: Sassuolo è avanti 23-22. L'errore al servizio di Caminati regala il 23 pari e poi Pivi mura Pasquesi (24-23). Liccardo dopo un'azione infinita pareggia i conti; ancora Pivi con un primo tempo vincente guadagna la chance decisiva per chiudere che viene subito sfruttata (26-24).
Il tie break è equilibratissimo: si cambia campo sull'8-7 per Sassuolo. La parallela vincente di Bertacca e l'ace di Rossi spostano l'inerzia in favore di Bellaria. Vantaggio mantenuto fino al 13-12; dopo il time out dei padroni di casa, Pivi forza il servizio ma la palla si ferma sul net (13-13); sull'azione successiva, Rossi invade per 13-14; time out bellariese; Ciandrini attacca un bel diagonale, ma la difesa di Liccardo è capitalizzata da Vecchi che, con il 25-esimo punto personale chiude il match.
Prossima sfida per il RomagnaBanca, ancora in trasferta: l'ottava giornata di campionato vede i bellariesi andare a far visita alla capolista Atlas Santo Stefano dell'ex D'Andria, Sabato 15 dicembre 2018, con inizio gara ore 20,30.
Tabellini: Bellaria: Alessandri 1, Evangelisti 9, Bertacca 14, Ciandrini 6, Diaz 8, Rossi 14, Casali LIB, Gentile 3, Tamburini 1, Sampaoli 0, Pivi 8
All. Botteghi C
Sassuolo: Calzolari 3, Garuti 2, Vecchi 25, Liccardo 12, Pasquesi 14, Camellini 12, Vicenzi LIB, Corradini 18, Caminati 0, Santini ne, Cavallini ne, Vaccari ne
All. Roncaglia G
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
GIORNATA 5
Volley Club Cesena Riv Fc - Dinamo Pallavolo Bellaria I.m. Rn 1-3 (28/26 23/25 19/25 20/25)
La RomagnaBanca Bellaria completa il super poker espugnando con un bel 3-1 la Palestra Comandini di Cesena, contro il quotato Volley Club, guidato in panchina dagli ex Fabio Forte e Valter Procucci.
I bellariesi mantengono quindi l'imbattibilità e issano a quota 13 punti. Nessuna variazione in testa alla classifica: guida sempre Atlas Santo Stefano con 18 punti (in 7 gare), seguita da Sassuolo con 15 punti (in 5 gare); terzo posto, come detto, per Bellaria, seguita a ruota da San Marino (12 punti) e Spezzanese (11 punti).
"E' stata una partita durissima a partire dalla logistica. Purtroppo il Carisport era occupato da una manifestazione e abbiamo giocato alla Palestra Comandini, molto più piccola e buia, per di più con palloni diversi da quelli che usiamo in casa nostra. La vittoria su questo campo è un risultato importantissimo sia per la classifica che per il morale: Cesena è una delle squadre più attrezzate del girone e strappare una vittoria piena in casa loro è stato fantastico. Devo fare i complimenti ai nostri avversari perché a muro in particolare ci hanno limitato tantissimo e per due set abbiamo fatto una fatica bestiale a mettere giù la palla. Onestamente, c'è stato un momento, sul 17-20 del secondo set (e sotto 1-0 nei parziali), in cui non vedevo un risvolto positivo per l'esito del match. Poi ci siamo sbloccati e, una volta vinto quel set, abbiamo espresso un bel livello di gioco. Ancora una volta siamo stati parsimoniosi con gli errori (solo 23), elemento che rimarca il buon livello di concentrazione che riusciamo a esprimere in campo. Ora ci aspetta un altro derby, con il San Giovanni degli ex Cucchi, Tosi Brandi e Piovano, e poi un trittico di scontri diretti con le prime quattro della classifica. Ci sarà da divertirsi fino a Natale!", coach Botteghi è contento della vittoria ma è già proiettato al prossimo mese che si preannuncia ricco di emozioni!
La partita
La RomagnaBanca perde Tamburini per un attacco influenzale e, così, coach Botteghi lancia da titolare il 99 Evangelisti che aveva ben figurato nel finale contro Faenza. In panchina si rivede dopo più di sei mesi Maicol De Rosa. Per il resto confermati capitan Alessandri al palleggio, Bertacca e Mancinelli a schiacciare e ricevere, Rossi e Diaz al centro, Casali libero.
Il primo set parte in sostanziale equilibrio. Il primo colpo di scena purtroppo è segnato dalla sfortuna: lo schiacciatore cesenate Perini si infortuna gravemente ricadendo dall'attacco dell'8-8. Bellaria prova l'allungo quando Diaz con una battuta vincente porti i suoi sul 15-12. Time out provvidenziale dei cesenati che ritornano in campo con un altro piglio e in pochi minuti hanno pareggiato i conti grazie ai due ace di Muccioli su Mancinelli. Grazie a due errori dei bellariesi (invasione di Rossi e attacco out di Evangelisti), Cesena sembra creare il gap decisivo (20-17). Coach Botteghi si gioca la carta del doppio cambio: dentro Sampaoli e De Rosa, ma è ancora Nori con un ace che segna il 22-19. Time out Bellaria: al rientro in campo De Rosa in attacco e un monster block di Diaz riportano vicine le due squadre (22-21). Il pareggio arriva con la parallela out di Venturini sul 23-23. Sirri attacca vincente per il 24-23 ma poi sbaglia il servizio (24-24). Sampaoli mura l'attacco di Aldini, regalando a Bellaria la prima palla set; lo stesso schiacciatore cesenate si rifà immediatamente con una grande parallela. Nel momento più vibrante del set arriva l'inattesa sosta causata dagli addetti del 118 che portano in ospedale lo sfortunato Perini. Questa sorta di time out forzato, giova a Cesena con Aldini che mette in terra il 28-26 finale.
Bellaria vuole subito riscattarsi e inizia con l'acceleratore premuto: con Alessandri al servizio, tre errori cesenati permettono il primo vantaggio significativo per 5-3. I bellariesi faticano in attacco, ma mantengono il vantaggio fino al 16-14. Due errori consecutivi di Evangelisti concedono il pareggio (16-16) e poi il solito Aldini porta avanti i suoi (17-16). Cesena veleggia in sicurezza fino al 20-17 segnato da un muro di Venturini su Bertacca. Secondo time out di un coach Botteghi furente che però pare svegliare i suoi: cambio palla di De Rosa e break point di Diaz per il 20-19. La palla in rete di De Rosa (22-19 per Cesena) sembra, però, disarmare le speranze di rimonta. E, invece, arrivano due errori di Nori e Venturini a riaprire i giochi (22-21) e due falli del palleggiatore Gherardi (invasione e doppia) per il sorpasso (22-23). A siglare gli ultimi due punti ci pensa Bertacca.
Nel terzo parziale: equilibrio fino all'11 pari quando Bellaria piazza il break decisivo di 4-0 che segna il proseguio. Per la cronaca, ultimo punto sempre dello schiacciatore Bertacca, questa volta con un pipe vincente (25-19).
Quarto set con una fase iniziale dai due volti: Bellaria scappa 6-2 grazie a un'ottima fase difensiva, poi sulla fase 4 arriva il black out. Grossi problemi in attacco: Mancinelli si fa murare da Venturini, De Rosa spara un pallone in rete e prende anche lui due blocks; persino Bertacca tira fuori una pipe; Cesena è davanti 9-6. E' in questa fase confusa che viene fuori il piglio da grande squadra: la difesa inizia a macinare, in attacco si usa più il fioretto che la spada (pallonetti) e si capitalizzano gli errori (non pochi) degli avversari. Il pareggio definitivo arriva nel finale con due punti di Rossi (muro e attacco), 19-19. Gli ultimi punti sono un show di Bertacca che ne sigla 3 degli 5; il punto finale è un errore di Aldini in pipe (25-20).
Prossima sfida: derby contro San Giovanni in Marignano, guidato in panchina dall'ex Marco Piovano; anche in campo sono diversi i giocatori che hanno vestito la casacca bellariese: si parte dal capitano Yuri Bianchi (in B2 e B1), passando per i più giovani Nicola Cucchi e Lorenzo Tosi Brandi, protagonisti delle ultime stagioni. Sarà una gara dall'esito tutt'altro che scontato considerando anche che è i marignanesi possono contare nuovamente sullo schiacciatore Mair, un vero lusso per la serie C.
Il fischio di inizio è previsto per le ore 21,00 al Pala BIM di Igea Marina.
Tabellini: Bellaria: Alessandri 1, Evangelisti 8, Bertacca 17, Mancinelli 8, Rossi 9, Diaz 6, Casali LIB, Sampaoli 1, De Rosa 10, Gentile ne, Ciandrini ne, Pivi ne
All. Botteghi C
Cesena: Muccioli 1, Venturini 16, Aldini 16, Perini 3, Nori 13, Bellomo 5, Pieri LIB, Sirri 7, Gherardi 1, Mazzotti 3, Orioli 2, Valeriani LIB2, Pizzinelli ne
All. Forte F
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
GIORNATA 4
RomagnaBanca Bellaria - Spem Volley Faenza 3-2 (26/24 23/25 21/25 25/22 16/14)
Ci sono volute due ore e venti minuti di gioco, ma alla fine è arrivato il poker di vittorie per la RomagnaBanca Bellaria.
Con il 3-2 vittorioso contro Faenza, i bellariesi fanno 4 su 4 nelle prime giornate di questa stagione.
I 10 punti raccolti permettono di mantenere la terza posizione, all'inseguimento di Atlas Santo Stefano (15 punti, ma con due gare in più) e Sassuolo (12 punti, unica altra squadra imbattuta). "Sicuramente non abbiamo disputato una delle nostre migliori partite. Siamo stati più fallosi dei nostri standard, soprattutto nei primi tre set. Però voglio anche sottolineare un paio di aspetti che mi sono piaciuti: intanto, come a Ravenna una settimana fa, ci siamo trovati sotto 2-1 nei set ed eravamo consapevoli di non riuscire a esprimere il nostro meglio. Le possibilità di abdicare mentalmente erano altissime e, invece, in entrambe le partite abbiamo guadagnato la vittoria. Il secondo aspetto di cui sono molto orgoglioso è questo: in una serata in cui Mancinelli e Tamburini hanno giocato meno bene del solito, sono stati sostituiti con buonissimi risultati da due ragazzi del 99, Ciandrini ed Evangelisti, che sono alla prima esperienza in C. Evangelisti ha contribuito con ben quattro punti nel solo tie break. E se portiamo a casa le partite anche giocando malino...", chiude con una provocazione il coach bellariese Botteghi.
Tra i bellariesi, solita prestazione sontuosa dello schiacciatore Bertacca che chiude con 26 punti, ben coadiuvato dai centrali Rossi, 18 punti, e Diaz, 15 punti. Sul fronte faentino, la vera spina nel fianco è stata il centrale Rota, autore di ben 19 punti con 6 muri vincenti.
La partita
I primi due set molto simili con Faenza che ha il pallino del gioco ed è sempre avanti nel punteggio.
Diverso, però, l'esito. Nel primo set, Faenza arriva a comandare fino al 21-19. Due attacchi di Mancinelli e due di Bertacca ribaltano la situazione e regalano la prima palla set sul servizio di Rossi (24-23), annullata da Olivucci. Un primo tempo vincente di Diaz, al termine di un'azione confusa, crea la seconda chance (25-24), questa volta capitalizzata dal muro di Tamburini su Giusti.
Niente da fare, invece, nel secondo set: Faenza arriva avanti 23-19 e poi 24-20. Il muro di Rossi e l'errore di Giusti rimettono in bilico l'esito finale fino al 24-23. Lo schiacciatore Giusti, però, questa volta trova lo spunto per chiudere il diagonale del 25-23.
Terzo parziale senza storia: gli ospiti sono sempre avanti. Coach Botteghi getta nella mischia Ciandrini e Evangelisti, ma i due non riescono a ribaltare le sorti del set. C'è un tentativo di riavvicinamento finale, ma l'errore in battuta di Diaz regala il 25-21 a Faenza.
Nel quarto set, Bellaria parte con un piglio diverso: pronti via e i padroni di casa comandano 5-1 grazie a tre punti di Bertacca. L'inerzia è segnata: Alessandri trova tanti punti con i centrali (6 per Rossi e 3 per Diaz nel set) e solo nel finale Bellaria commette qualche sbavatura. Un primo tempo di Diaz rimanda tutto al quinto e decisivo set.
Il tie break è un set di grande equilibrio: si cambia campo sul 8-7 per Faenza. Diaz guida il break bellariese (attacco vincente e muro), 10-8 Bellaria. Colasurdo ribalta la situazione con tre attacchi consecutivi, 10-11. Evangelisti con due mani out riporta l'inerzia in favore dei suoi, 13-12. Sono due primi tempi vincenti di Rossi a regalare due palle match (14-13 e 15-14); l'invasione a rete dei faentini chiude le ostilità per il definitivo 16-14.
Nella prossima sfida, Bellaria sarà impegnata a Cesena, contro la formazione dell'ex Fabio Forte indicata dagli addetti ai lavori come una delle squadre più attrezzate del girone.
Il fischio di inizio sarà alle 17.30 alla Palestra Comandini di Cesena.

Tabellini RomagnaBanca Bellaria: Alessandri 1, Tamburini 6, Bertacca 26, Mancinelli 2, Rossi 18, Diaz 15, Casali LIB, Sampaoli 0, Evangelisti 6, Ciandrini 7, De Rosa 0, Virgili ne
All. Botteghi C
Spem Volley Faenza: Cicconi 2, Marchetti 12, Giusti 13, Olivucci 11, Rota 19, Giugni 9, Berti LIB, Colasurdo 7, Bianchedi 1, Lassi 0, Alpi ne, Lobietti ne, Fabbri LIB2
All. Querzola I

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
GIORNATA 3
Consar Ravenna - Dinamo Bellaria 2-3 (21-25 / 25-23 / 25-17 / 20-25 / 11-15)
Arriva la terza vittoria consecutiva per Bellaria, che ha la meglio in terra ravennate dei giovani della Consar, non senza qualche patema.
Ci sono volute due ore e un quarto di partita ai giocatori guidati da coach Botteghi per chiudere l'incontro in maniera vittoriosa.
"E' stata una gara difficile, molto altalenante. Alla fine sono contento che siamo riusciti a portare a casa il risultato, visto che ci siamo ritrovati sotto 2-1 nei set, con il terzo parziale perso malamente. Le partite infrasettimanali sono pesantissime per chi lavora (e non capisco perché la federazione le permetta in serie C) e in più ho perso Mancinelli nel prepartita e Pivi nel corso del quarto set. Se guardo questi aspetti e alcune situazioni tecniche come la ricezione che è andata molto in difficoltà, si potrebbe dire che due punti sono un buon bottino; se penso che non abbiamo sfruttato l'occasione per andare sul 2-0 nel secondo parziale dove ci siamo ritrovati avanti 23-21, si potrebbe pensare a un punto perso. In una serata in cui molte cose non hanno girato come dovevano, siamo stati ancora una volta molto bravi sul fronte errori, solo 22 in 5 set. Intanto manteniamo l'imbattibilità e pensiamo a fare bene in casa sabato prossimo contro Faenza, una squadra tosta che punta tantissimo sull'intensità difensiva", questa l'analisi dell'allenatore bellariese.In testa alla classifica c'è sempre l'Atlas Santo Stefano, a punteggio pieno con 15 punti in 5 gare, seguita da Sassuolo (9 punti in 3 gare) e la coppia Bellaria-San Marino (8 punti in 3 gare).
La partita: Come anticipato, Mancinelli dà forfait in riscaldamento per un attacco febbrile; confermato il sestetto della scorsa settimana: Alessandri al palleggio, Tamburini opposto, Ciandrini e Bertacca in posto 4, Rossi e Pivi al centro, Casali libero.
Nel primo set, Bellaria ha subito un buono spunto, grazie alle due battute vincenti di Tamburini sullo schiacciatore Frascio (5-2). Ravenna, a sua volta, alza il ritmo al servizio con Cardia prima e Grottoli poi, e ottiene il sorpasso (9-11). Bellaria sembra trovare il break decisivo a metà set, con la firma dei muri di Rossi e Ciandrini (16-13). I giovani ravennati sfruttano la loro maggior freschezza e pareggiano nuovamente i conti sul 20 pari, ma poi spengono la luce e con 4 errori consecutivi spianano la strada per il 25-21 finale firmato Pivi.
Secondo parziale molto equilibrato: sul 16-16, Bertacca con due attacchi vincenti crea il duplice vantaggio che i bellariesi si portano in dote fino al 23-21. Coach Botteghi mette in campo Evangelisti e Sampaoli per mantenere l'attacco a 3. L'opposto ravennate Cardia con due ottimi diagonali, però, pareggia i conti (23-23). Il 23-24 lo mette in terra Maretti dopo una gran difesa su primo tempo di Rossi e, infine, Ravenna completa la rimonta con la battuta vincente sul libero Casali (23-25).
Nel terzo set, Bellaria si smarrisce: i giovani ravennati battono molto bene e sfruttano i propri centimetri a muro: l'ace di Cardia fa segnare un eloquente 10-5. Tra le fila bellariesi entra Gentile per Ciandrini, ma l'inerzia non cambia, anzi: lo schiacciatore Bellettini (subentrato a Frascio nel secondo set) porta i suoi sul 18-11 con un diagonale vincente. Con un altro potente diagonale è Maretti a chiudere il 25-17.
Sull'orlo del baratro (sportivo), Bellaria si ritrova e si dimostra squadra molto cinica: la strategia è semplice, limitare al minimo gli errori (solo 3 nel parziale) e sfruttare invece le disattenzioni dei giovani avversari (10 errori e 1 murata subita). Il set è in equilibrio; sul 18-17 Pivi è costretto a lasciare il campo per un problema muscolare, al suo posto esordio stagionale per il cubano Diaz. Il momento decisivo vede Tamburini protagonista che, con un attacco e un muro vincenti, crea un bel gap (22-19). E' un ace di Tamburini che rimanda le sorti dell'incontro al tie break (25-20).
Nel decisivo set, i ravennati perdono subito il lume della ragione: l'opposto Cardia, che fino a quel momento aveva fatto un'ottima partita, commette subito tre errori in attacco, a cui si somma quello del centrale Passalacqua. Dopo poche azioni Bellaria è avanti 6-1. Un altro errore di Frascio porta al cambio campo sull'8-3. Bellaria amministra il vantaggio e chiude con la parallela di Tamburini da posto 2 alla prima palla match (15-11).
Prossima gara, tra le mura amiche del Pala Bim di Igea Marina arriva il coriaceo Faenza, che fin ad ora ha conquistato un solo punto ma che ha fatto sudare e non poco squadre come San Marino e Sassuolo.
Il fischio di inizio è previsto per le ore 21 di Sabato 17 Novembre.
Tabellini: Bellaria: Alessandri 1, Tamburini 17, Bertacca 18, Ciandrini 6, Pivi 8, Rossi 15, Casali LIB, Sampaoli 0, Evangelisti 0, Diaz 1, Gentile 4, Mancinelli ne
All. Botteghi C
Ravenna: Caleca 3, Cardia 21, Frascio 6, Maretti 16, Pssalacqua 8, Grottoli 9, Pagnani LIB, Bellettini 15, Baroni 2, Santomieri 0, Raggi 0, Lolli ne
All. Marasca G
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
GIORNATA 2
Dinamo Pallavolo Bellaria I.m. - Volley Cesenatico Fc  3-1  (25/19 24/26 25/11 25/19)
Seconda giornata di campionato e seconda affermazione per 3-1 per la Dinamo Bellaria che rimane quindi a punteggio pieno dopo due turni.
L'avversario di giornata era il Volley Cesenatico, neo promosso in categoria, guidato dall'ex di turno Christian Ceccarelli.
Proprio l'opposto del Cesenatico a fine gara è risultato il top scorer dell'incontro con 22 punti, un punto in più dell'opposto bellariese Tamburini, il cui tabellino recita ben 21 segnature.
"E' stato un derby frizzante e per molti tratti divertente, anche se magari non bellissimo tecnicamente visti i lunghi break da entrambe le parti. L'onere di fare tre punti a tutti i costi era sulle nostre spalle e forse questo ha un po' inciso sulla nostra testa in alcuni frangenti. Dall'altro lato della rete abbiamo trovato una squadra molto combattiva, che ha difeso tantissimo grazie al libero Barone che ha fatto davvero un partitone. In attacco e fisicamente avevamo qualcosa in più dei nostri avversari, ma abbiamo dovuto soffrire per vincere, come è giusto che sia. Siamo stati bravi a rimettere in piedi il quarto set dopo una partenza terribile (2-8), anche perché rischiavamo di perdere un punto prezioso in classifica", il coach Botteghi è contento dei tre punti, ma non completamente della prestazione dei suoi.In classifica, guida sempre davanti a tutti Atlas Santo Stefano con 12 punti (4 partite), seguita da Bellaria e Sassuolo con 6 punti (2 partite).
La partita.
Coach Botteghi propone una sola novità rispetto alla settimana precedente: lo schiacciatore classe 1999 Ciandrini al posto di Mancinelli; per il resto in campo Alessandri, Tamburini, Bertacca, Pivi, Rossi e Casali.
Il primo set vede subito i padroni di casa comandare nel punteggio. Ciandrini in ricezione è preciso, il cambiopalla funziona; il primo gap lo crea Rossi con un primo tempo vincente (7-5) e poi con un lungo turno al servizio, dove Bellaria sfrutta diversi errori degli ospiti (9-5).
Tentativo di recupero del Cesenatico con un muro vincente di Martignoni e un mani out di Ceccarelli (11-12), che si concretizza nel pareggio sul 13-13 quando Tamburini spara out in parallela. L'equilibrio prosegue fino al 18-17 quando Bertacca (attacco) e Pivi (muro) regalano il triplo vantaggio ai biancoazzurri (20-17). Nel finale Ciandrini è perfetto in attacco e la palla in rete dell'ex Ceccarelli regala il 25-19 finale.
Nel secondo parziale, Bellaria vuole mettere subito la partita sui giusti binari: pochi minuti di gioco e con Tamburini in battuta Bellaria si porta avanti 7-2. Cesenatico fatica tanto in ricezione, mentre Tamburini ha il braccio caldissimo sulle rigiocate (7 punti per lui nel set).
Sul 15-12, coach Botteghi da spazio ai giovanissimi Sampaoli, classe 2000, e Evangelisti, classe 1999, che vanno a comporre la nuova diagonale palleggiatore-opposto. La mossa non è delle più fortunate: Ciandrini viene murato, Evangelisti spara in rete e Ceccarelli (12 punti nel set per lui) completa l'opera, le due squadre sono appaiate sul 15 pari. L'inerzia gira in favore degli ospiti dopo il secondo errore di Evangelisti e un grande mani out dello schiacciatore Campedelli (17-19). Il finale è da cardiopalma: Gentile appena entrato annulla il primo set ball (23-24), ma poi l'ace di Della Strada sul libero Casali chiude le ostilità (24-26).
Paradossalmente, nel parziale successivo Cesenatico è completamente inerme: Bellaria domina e Bertacca con un diagonale vincente fa segnare l'eloquente 25-11 finale.
Quarto set che inizia a parti invertite: i cesenaticensi fanno la voce grossa: Barone difende tutto, il muro di Rasi tiene bene; coach Botteghi è costretto al time out sul 2-6. Tamburini con un attacco e un muro vincenti accorcia le distanze (10-11). Le due squadre veleggiano a braccetto fino al break decisivo sul 18-18: con Alessandri al servizio, prima Ceccarelli spara out un diagonale, poi viene murato da Tamburini (20-18); di seguito Bertacca vincente in attacco e Pivi che mura (22-18). Cesenatico è in affanno e ci pensa il solito Bertacca a chiudere set e match con due attacchi vincenti.
Prossima sfida, Venerdì 9 Novembre 2018, a Ravenna contro i giovani della Consar.
"I giovani ravennati sono ancora fermi a quota zero, ma ho iniziato a visionare i loro video. Attenzione a pensare che sarà una partita semplice. Sono ragazzi che hanno grandi risorse fisiche e se vanno in fiducia hanno molte armi a disposizione. Bisognerà trovare contromisure più di fioretto che di spada per metterli in difficoltà", l'allenatore bellariese vuole tenere alta la concentrazione sul prossimo incontro.
Tabellini:
Bellaria: Alessandri 2, Tamburini 21, Bertacca 16, Ciandrini 5, Pivi 8, Rossi 10, Casali LIB, Sampaoli 0, Evangelisti 0, Gentile 5, Mancinelli ne, Diaz ne All. Botteghi C
Cesenatico: Rasi 2, Ceccarelli 22, Perrone 7, Martignoni 8, Rocchi 6, Della Strada 1, Barone LIB, Battistini 0, Graziani 2, Di Muro 2, Campedelli 2, Baldisserri 0, Caggiano 0, Iacconi neAll. Albani
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
GIORNATA 1
Hipix Energy Way Spezzano - Dinamo Pallavolo Bellaria  1 - 3  (26-24 / 15-25 / 23-25 / 23-25)
Coach Botteghi un sestetto di partenza con poche novità rispetto alla passata stagione: il palleggiatore è Alessandri, promosso a Capitano in questa stagione, gli schiacciatori Bertacca e Mancinelli, al centro Pivi e il nuovo acquisto Rossi, opposto Tamburini e libero Casali.
L'inizio del primo parziale è positivo per i bellariesi che, grazie a 4 errori ospiti (2 al servizio e 2 in attacco), mettono subito la testa avanti fino all'8-6. Contro break dei padroni di casa viziato, però, da errori bellariesi: Tamburini prima spara out poi viene murato; sulle due azioni successive, è Mancinelli a tirare in rete e poi Casali si fa sorprendere in ricezione. E' immediato il time out di un inferocito coach Botteghi. La sfuriata sembra essere servita e le squadre si riavvicinano (15-14) per Spezzano. A questo punto arriva un altro break modenese, grazie a due pipe vincenti di Pramarzoni (18-14) che sembrano scavare il solco decisivo. Secondo time out speso per Bellaria, e ancora subito squadre di nuovo vicine grazie agli attacchi di Bertacca e Pivi (18-17). Il set prosegue in equilibrio; dentro Sampaoli e Gentile per il doppio cambio sul 23-22; si gioca punto a punto e alla fine decide il centrale Morrone con due primi tempi vincenti per il finale 26-24.
Il secondo set è senza storia: Bellaria batte molto bene, gli attaccanti trovano continuità, la difesa inizia a macinare e gli ospiti regalano tanto al servizio (a fine gara saranno 22 errori totali in battuta per Spezzano). Il sigillo finale è un grande primo tempo di Pivi (25-15).
Dopo un secondo parziale a senso unico, nel terzo ritorna l'equilibrio: i padroni di casa hanno qualcosa in più in attacco, ma ancora regalano, Bellaria difende tanto ma non finalizza a dovere. Il primo strappo lo crea Mancinelli al servizio con un ace e una seconda battuta ricevuta direttamente nel campo bellariese dal libero modenese (13-10). Una fase 1 dei romagnoli complicata riporta vicino i padroni di casa grazie a due splendide rigiocate di Rinaldi (16-15), ma Pivi sbroglia la situazione con un primo tempo vincente e l'ennesimo errore dell'opposto Mazzetto riporta il gap a 3 punti (18-15). Nelle fasi finali, l'attacco modenese, in particolare con i centrali, riporta le squadre al distacco minimo (22-23), ma tre errori al servizio (sugli ultimi quattro turni, compreso il punto finale), decidono le sorti in favore di Bellaria.
L'Hipix non molla la presa nel quarto set, anzi: coach Santini trova l'assetto più efficace sacrificando il ricevitore Sgarbi per Rinaldi e Pramarzoni, schiacciatori più propensi all'attacco e inserendo dall'inizio il palleggiatore Sgarbi. Inizio da incubo per Bellaria: Morrone al servizio mette in difficoltà la ricezione romagnola e poi sono bravi Cornelio (un attacco e un muro vincente) e Rinaldi a creare un bel gap (5-1). Coach Botteghi inizia a mettere mano alla panchina: dopo un appoggio sbagliato e una murata subita, sull'8-3, Mancinelli viene sostituito dall'esordiente Davide Ciandrini, classe 1999. Guadagnato il cambio palla con un primo tempo di Rossi, è il tempo anche di Sampaoli e Gentile che rilevano Alessandri e Tamburini. Proprio con il servizio del palleggiatore classe 2000, i bellariesi tornano in partita (8-6). Spezzano mantiene il minimo vantaggio fino al 21-20 quando il centrale Morrone (sicuramente il migliore dei suoi) con un attacco e poi con un bel turno al servizio, sembra aver messo la parola fine sul set (23-20). Ma Bellaria è squadra mai doma: Pivi firma il 23-21 e va al servizio. Un errore in attacco del centrale Cornelio e un grande muro di Tamburini riportano il punteggio in parità (23-23). Il punto finale dopo un'azione confusa lo metto a segno Rossi con un bel primo tempo (25-23).
Il prossimo turno, è già ora di derby: a far visita al Pala BIM di Igea Marina sarà di scena il Volley Cesenatico dell'ex Christian Ceccarelli. Il fischio di inizio è previsto per le ore 21.00.
Tabellini:
Hipix Energy Way G.S. Spezzanese: Manzini 2, Mazzetto 6, Pramarzoni 19, A. Sgarbi 5, Morrone 13, Cornelio 12, Agazzani (L1), R. Sgarbi 4, Bacchi 0, Cremaschi 0, Rinaldi 6, Giovanardi 0, Pradelli (L2)  All. Santini C
Dinamo Pallavolo Bellaria Igea Marina: Alessandri 1, Tamburini 12, Bertacca 16, Mancinelli 7, Rossi 9, Pivi 10, Casali (L), Ciandrini 1, Sampaoli 0, Gentile 0, Tosi Brandi ne  All. Botteghi C
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Si alza il sipario sul Bellaria che andrà a cimentarsi nel Girone B di Serie C Maschile, dopo il sogno "Serie B" svanito alla bella della finalissima playoff lo scorso 12 Giugno.
Il timoniere della squadra sarà il riminese Claudio Botteghi, classe 1982, per l'ottava stagione consecutiva alla guida della prima squadra maschile della società del presidente Pozzi. "Un rapporto così duraturo si basa su grande stima reciproca e sul riconoscimento da parte della società del grande impegno profuso negli anni. Sono orgoglioso di essere stato confermato e anche per la stagione ventura, la promessa che mi sento di fare a tutti i dirigenti e gli appassionati bellariesi è che mi dedicherò al massimo delle mie capacità per confermare gli ottimi risultati ottenuti in questi anni", queste le parole di ringraziamento del coach riminese.
Il roster della squadra presenta molte novità rispetto a quello visto in campo pochi mesi fa: Bellaria è sicuramente la società della zona che ha lavorato meglio con il settore giovanile negli ultimi anni ed è giunta l'ora di lanciare in prima squadra diversi elementi che si sono fatti le ossa in Serie D nelle ultime stagioni.
Sul fronte addii, lasciano Bellaria alcune pedine fondamentali della storia recente, quali l'opposto Christian Ceccarelli, lo schiacciatore Michele D'Andria il centrale Alessandro Campi e la banda Mattia Bastoni la scorsa stagione falcidiato dagli infortuni.
"Dopo tante stagioni sarà veramente strano non trovare in palestra Christian, Michele e Alessandro e Mattia. Abbiamo condiviso insieme la promozione in serie B2 del 2013, Christian è sempre stato presente nella mia squadra sin dal primo anno che sono arrivato a Bellaria, il rapporto con Alessandro parte addirittura dal 2010 a Viserba. Li voglio ringraziare pubblicamente perché mi hanno dato tantissimo sia dal lato sportivo che dal lato umano. Mi farà un certo effetto vedere i primi due come avversari al di là della rete, ma voglio augurare loro di fare una grande stagione (tranne gli scontri diretti contro di noi, ovviamente)! Alessandro invece ha fatto una scelta di vita lavorativa importante e a lui auguro che sia un'esperienza piena di soddisfazioni, mentre per Mattia ho il rammarico di non averlo potuto utilizzare visto i vari infortuni.", l'allenatore bellariese ha voluto così elogiare i quattro ex.
Entriamo ora nello specifico della nuova rosa che da Lunedì 3 Settembre 2018 riprenderà gli allenamenti al Pala Bim:
PALLEGGIATORI:
Accanto al confermatissimo Matteo "Scavo" Alessandri, classe 1985, uno dei senatori della squadra, c'è la prima novità: Matteo Sampaoli, classe 2000, promosso dalla Serie D. Le parole del coach: "è un palleggiatore giovane ma con ottime doti sia fisiche (è più di 190 cm) che tecniche; ha già esordito in serie C in qualche ritaglio di partita e ha mostrato anche una buona personalità. Ha caratteristiche diverse da Alessandri e sono sicuro che si ritaglierà spazi importanti".
OPPOSTI:
Confermato Dimitri Tamburini, classe 1994, ecco la seconda novità: ad attaccare da posto 2 ci sarà Michael Evangelisti, classe 1999, anche lui proveniente dalla Serie D.
Le parole del coach: "Michael si allena con noi già da metà della passata stagione. Per lui sarà una stagione cruciale e di cambiamento: infatti abbiamo deciso di spostarlo da posto 3 a posto 2. Si è già allenato in quel ruolo, le potenzialità ci sono, deve trovare una costanza tecnica".
SCHIACCIATORI:
Per certi aspetti, l'acquisto più importante è rappresentato dalla conferma del forte schiacciatore Riccardo Bertacca, classe 1979, che in estate era stato cercato insistentemente da diverse società di serie B. A ricoprire con lui il ruolo di ricevitore-attaccante confermato anche Marco Mancinelli, classe 1982, altro senatore della squadra che torna definitivamente ad attaccare dopo l'inizio 2017 passato nelle vesti di libero. Due volti nuovi completano il reparto: dalla serie D viene promosso Davide Ciandrini, classe 1999, e si aggrega ufficialmente alla rosa anche Domenico Gentile, classe 1988, che già frequentava il pala Bim dalla fine della passata stagione.
CENTRALI:
Accanto ai confermati Mauro Pivi, classe 1981, e Lorenzo Tosi Brandi, classe 1997, arriva da Cesena (Serie C) il colpo di mercato dell'estate bellariese: Giacomo Rossi, classe 1989.
Le parole del coach: "Sopperire alla mancanza di Campi non era facile, ma tesserando Rossi credo che abbiamo trovato uno dei migliori centrali della categoria. Ha esperienze pluriennali anche in serie B, è un ragazzo molto umile e un gran lavoratore".
A completare il reparto, sarà aggregato alla prima squadra anche Andrea Pianezza, classe 1998, proveniente dalla serie D, che nella passata stagione ha anche disputato l'U20 con Morciano (Serie B).
LIBERO:
Confermato Andrea Casali, classe 2000, che dopo l'ottima stagione d'esordio è chiamato al difficile compito di ripetersi.

Il commento finale di coach Botteghi su squadra e obiettivi: "Tecnicamente il sestetto assomiglia molto a quello della passata stagione e questo per me è un aspetto importante. A livello numerico, però, abbiamo cambiato molti giocatori, quindi mi aspetto che ci sia bisogno di qualche mese per trovare l'amalgama. Sono molto intrigato dalla rosa che la società mi ha messo a disposizione e non voglio nascondere l'entusiasmo di avere a disposizione giovani di alta qualità da forgiare e da formare. Sul lato aspettative di risultato è difficile esprimersi: saremo solo 12 squadre nel girone, di cui tre provengono dal girone A. Prevedo molto equilibrio anche perché le società romagnole si sono rafforzate tutte. Mi sbilancio in questo senso: diciamo che vogliamo lottare fino alla fine per un posto nei playoff, senza che questo rappresenti uno stress per la crescita dei ragazzi".
Torna ai contenuti